fbpx

Il Processo di Guarigione e La Cura Dopo il Trapianto di Capelli

Il Processo di Guarigione e La Cura Dopo il Trapianto di Capelli

Durante il processo successivo all’applicazione di trapianto dei capelli, è molto importante che il paziente si comporti in modo adeguato alle istruzioni indicate dal medico e regoli il proprio stile di vita in tal riguardo, in quanto ciò è considerato il fattore d’influenza diretto sul successo dell’intervento effettuato. Il processo successivo al trapianto di capelli, il quale va seguito con cautela per un termine all’incirca di 6 mesi, può essere analizzato nei periodi giornalieri, settimanali e mensili.

I Primi 3 Giorni

Durante i primi 3 giorni, i quali costituiscono il periodo critico successivo al trapianto di capelli, si raccomanda ai pazienti di riposarsi a casa per maggior parte dormendo sulla schiena. I dolori eventualmente da apparire nel corso dei primi 2-3 giorni, dovuti dalla scomparsa degli effetti dell’anestesia locale, effettuata durante l’intervento di trapianto, possono essere trattati attraverso i farmaci antidolorifici da assumere sotto il controllo del medico. Alla fine dei 3 giorni, in cui non va assolutamente bagnata la zona di testa né con l’acqua né con alcun materiale chimico, il paziente può lavare per la prima volta i capelli sotto l’osservazione del medico. Durante il processo di guarigione, nel primo lavaggio, il paziente dovrebbe lavarli nel modo in cui gli è stato descritto, nonché dovrebbe usare esclusivamente lo shampoo, il siero e prodotti di cura simili prescritti dal medico.

La Prima Settimana

Il paziente, che deve astenersi dai lavori pesanti, stress, sport, maggiore eccitabilità, rapporti sessuali, fumo e alcool che velocizzano la circolazione sanguigna, deve proteggere la testa contro alcun trauma fisico e non deve usare gli accessori come cappelli e berretti. A seguito dell’intervento, la zona trapiantata deve essere lasciata all’aperto senza la medicazione al fine di favorire la formazione veloce delle croste sulla pelle. Tale situazione di crosta scompare completamente sulla zona donatrice dopo qualche giorno dall’intervento, mentre dura sulla zona trapiantata per circa una settimana. Nella prima settimana del processo di guarigione, le crosticine sulla zona ricevente avranno l’aspetto di una leggera ferita. Con l’inizio della caduta delle crosticine in un tempo di 10-15 giorni tale aspetto scompare.

Il 1. Mese

In genere l’intervallo di tempo, dall’inizio di seconda settimana fino al secondo mese dell’intervento di trapianto dei capelli, è considerato il processo della caduta dei capelli trapiantati. In questo periodo, conosciuto Shock Loss, si aspetta che la maggior parte dei follicoli cadano nel primo mese, mentre la parte restante, ad intervalli regolari, per un periodo di 6 mesi, a seconda del fisico del paziente. Visto che la cute sarà ancora in uno stato delicato in tal periodo, il paziente deve evitare le attività stancanti come la corsa e l’esercizio fisico, ed astenersi dai luoghi umidi come piscina, mare e simili. In caso dei pruriti eventualmente da apparire sulla zona ricevente, il paziente non deve grattarsi.

I Primi 3 Mesi

Dopo la fase della caduta dei follicoli nel primo mese, i follicoli iniziano a produrre piano piano capelli nuovi alla fine del 3. Mese. In questo periodo possono essere effettuate le applicazioni di rafforzamento dei follicoli piliferi come la mesoterapia capelli e PRP.

I capelli raggiungeranno la loro lunghezza naturale in un periodo circa fino a 6 mesi a partire dalla crescita dei capelli. Il restante dei follicoli, cresciuti di 80% in 6 mesi, continua a crescere in modo salutare per 1 anno.